1. downloads
  2. business software
  3. news
  4. reviews
  5. top apps
Scarica WinRAR

WinRAR 4.00 Beta 6

Da RARLab  (Shareware)
Valutazione dell'utente
Pubblicità

WinRAR è un un'utilità di archiviazione che supporta completamente archivi RAR e ZIP ed è in grado di decomprimere gli archivi CAB, ARJ, LZH, TAR, GZ, ACE, UUE, BZ2, JAR, ISO, 7Z, Z. Crea archivi di dimensioni più ridotte rispetto alla concorrenza, risparmiando spazio su disco e costi di trasmissione.

WinRAR offre un'interfaccia grafica interattiva utilizzabile con mouse e menu così come un'interfaccia da riga di comando. WinRAR è più facile da usare rispetto a molti altri programmi di archiviazione grazie a una speciale procedura guidata integrata che permette l'accesso immediato alle funzioni di base di archiviazione attraverso una semplice procedura di domande e risposte.

WinRAR consente di crittografare gli archivi con AES (Advanced Encryption Standard) con una chiave a 128 bit. Supporta i file e gli archivi fino a 8.589 miliardi di gigabyte di dimensione. Offre inoltre la possibilità di creare archivi autoestraenti e multivolume. Con il record di recupero e i volumi di ripristino è possibile ricostruire anche gli archivi danneggiati fisicamente.

Titolo: WinRAR 4.00 Beta 6 (64-bit)
Nome del file: winrar-x64-40b6.exe
Dimensione del file: 1.50MB (1,574,816 byte)
Requisiti: Windows XP 64-bit / Vista 64-bit / Windows 7 64-bit / Windows 8 64-bit / Windows 10 / Windows 10 64-bit
Lingue: In più lingue
Licenza: Shareware
Data di inserimento: febbraio 7, 2011
Autore: RARLab
www.rarsoft.com
Homepage: www.rarlab.com
MD5 Checksum: 5EBD14044A1E24BAEF9650B269B7A22A

# Bugs fixed:
- "Use for all archives" option in the password dialog did not work for several 7-Zip archives with encrypted file names;
- "Rename" command could fail to rename archived folders with non-English names in RAR archives created by old WinRAR versions;
- when WinRAR was running in the background, its tray icon messages were truncated if longer than 63 characters.

blog comments powered by Disqus